Skip to content

Nichi Vendola all’apertura del Gay Village

giugno 18, 2010

Ieri sera tra i tanti personaggi che hanno partecipato all’apertura del Gay village di Roma, quali Concia, Aureli e De Sio la manifestazione ha avuto modo di dar voce e di avere come ospite il presidente della Regione Puglia Vendola.  Come sempre il modo di comunicare di Nicky è un modo semplice e diretto. Mi ha colpito molto la risposta che lui stesso ha dato quando gli è stato chiesto se si doveva comunque ringraziare la giunta Alemanno per aver concesso e autorizzato la manifestazione.

Un Nichi diplomatico non si è proprio manifestato, anzi con molta grinta e sicurezza di se, data da quello che è estato il suo trascorso personale, Nichi dichiara che noi omosessuali dobbiamo smettere di ringraziare per le piccole concessioni che ci vengono fatte. Quello che ci siamo conquistati con anni di battaglie non dobbiamo più chiederlo come se fosse solamente una concessione di chi ci vuole portare nuovamente indietro.

Molto toccante è stata la parte in cui Vendola ha raccontato che solo a 16 anni, grazie ad una rivista Panorama, che trattava l’argomento dell’omosessualità aveva scoperto di non essere solo. Andato poi a Roma a 20 anni, entusiasta di voler cambiare le cose inizia quella che fu la battaglia della comunità gay, la quale iniziò comunque con dei sacrifici non indifferenti. Si veda ad esempio le spedizioni “punitive” fatte a Montecaprino. Cita Mario Mieli tra i suoi “modelli” e infine esorta a chiunque di smettere di dire grazie a chi ci da cose che dovrebbero essere scontate, poiché sono state il risultato di lotte contro anni di violenze e persecuzioni volute da chi ci vuole portare indietro.

“io non devo ringraziare proprio nessuno, tutto quello che è stato ottenuto è stato il sudore di lotte e sacrifici. Dobbiamo smettere di assecondare chi ci vorrebbe portare in quei tempi in cui non si poteva andare mano nella mano o tanto meno convivere insieme”.

Un discorso applaudito da tutti, che ha saputo essere diretto e non nascosto dietro la tecnica del buon viso a cattivo gioco, tutt’altro. Voglia di gridare a tutti che ci siamo e che siamo stanchi di assecondare chi ci sta contro. Grande Nichi, come sempre.

Annunci
One Comment leave one →
  1. Andy Hofer permalink
    novembre 10, 2010 9:25 pm

    Ciao, ma hai sentito tu che Vendola ha citato mario Mieli tra i suoi modelli? Npn ho trovato nulla in rete che dicesse che Vendola sia un ammiratore di Mieli.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: