Skip to content

Sai cosa mangi – L’industria del pollo

giugno 21, 2010

di Luca Gonzatto.

È di normale consuetudine acquistare il pollo, consumarlo in tutta leggerezza pensando che quello che stiamo mangiando sia frutto di una lavorazione fatta nel pieno rispetto della creatura che si sta mangiando e della salute pubblica, questa è una vera scemenza.
Dovete considerare che negli allevamenti intensivi, specie quelli americani, in genere lavorano clandestini e poveri immigrati visto il terribile lavoro e la paga misera.
Lo standard della comunità internazionale giudica le condizioni di lavoro negli impinti come:“violazione dei diritti umani” :i l protocollo di montaggio stabilisce che un solo operaio, in tre minuti, deve ingabbiare centocinque polli: questo per far capire che di sicuro le povere creature non son trattate affatto bene.

Arrivati a destinazione tra strida e frullio di ali, i polli, devono venire appesi e spesso defecano per paura o dolore. La guidovia trascina poi i polli in una vasca d’acqua elettrificata per paralizzarli senza renderli insensibili.
Molte volte il metodo di paralizzazione non funziona infatti, il più delle volte, son ancora coscienti.
Il prossimo traguardo sarà il taglio automatizzato della gola che il più delle volte manca il bersaglio mandando il martire alla vasca di scottatura ancora vivo e cosciente. Poiché le feci sulla pelle e sulle piume finiscono nelle vasche, gli uccelli proseguono la vasca pieni di agenti patogeni che hanno inalato ed assorbito attraverso la pelle (ricordiamoci che l’acqua calda delle vasche contribuisce a dilatare i pori)
La vera e propria contaminazione avviene nell’eviscerazione che permette il travaso delle feci nelle cavità corporee; quest’attività una volta era giudicata pericolosa per la salute ma ora, per comodità, questo contrattempo è stato classificato come << difetto estetico>>

I polli passano poi ad un enorme vasca d’acqua refrigerata, dove vengono raffreddate migliaia e migliaia di carcasse contemporaneamente, immaginate questa cosa; vi do un aiuto:  Tom Devine ha affermato che << l’acqua in questi vasconi e stata giustappunto soprannominata “zuppa di feci” per lo sporco ed i batteri che ci navigano garantendo la contaminazione incrociata >>.
Questo inzuppamento tra acqua, brodo, merda e batteri frutta all’industria della carne decine di milioni di euro e dollari di valore aggiunto sul peso dei polli che produce.
È vero ci sono dei controlli ma provate ad immaginare: l’ispettore ha dai due ai quattro secondi per esaminare la carcassa dentro fuori, per controllare gli organi e controllare che non ci siano malattie ed anomalie.. ricordiamoci che ogni ispettore deve controllare circa VENTICINQUEMILA polli al giorno!

Il giornalista Scott Bronstein ha scritto una articolo ricavato da una lunga indagine intervistando centinaia di ispettori che operano in 37 stabilimenti diversi: <<Ogni settimana, milioni di polli da cui cola pus giallo, macchiati di feci, contaminati da batteri nocivi o malattie della pelle lasciano gli stabilimenti di lavorazione per essere venduti ai consumatori>>

CoS’è il pollo che si mangia?
Dovete sapere che non esiste un solo pollo e tacchino allevato intensivamente che se reintrodotto in natura, non riuscirebbe camminare normalmente, saltare o volare, non possono neanche avere rapporti sessuali.
Il pollo che quotidianamente si mangia quindi è un unione di più specie creato in laboratorio.
Inutile dirlo, estirpare uccelli malsani, imbottiti di farmaci, antibiotici ed anabolizzanti in una gabbia incrostata di escrementi non è molto salubre, neanche per la tua salute.
Oltre alle malattie ed alle deformità acquisite da una crescita sbagliata, inoltre, negli allevamenti intensivi dilagano danni oculari, cecità, emorragie interne, anemia, infezioni batteriche ed indebolimento del sistema immunitario.
Studi scientifici certificano che il 95% dei polli soffrono e son contaminati di Escherichia Coli (indicatore di contaminazione da feci) e tra il 39 ed il 75% della carne che arriva nei banchi dei negozi ne è ancora infetta; l’8% è contaminato da Salmonella.
Per sviare questo problema nella zootecnia si usano bagni a base di varecchina per togliere il lerciume, odori e microbi.
Per far si che il pollo non perda di gusto e sappia troppo di varecchina, farmaci o di merda, nelle carni vengono iniettati e gonfiati miscugli di brodi e soluzioni saline per dare loro quello che l’uomo ha idolatrato come il gusto, l’odore ed il sapore del pollo.

———— Nota di C.Bonifazi —————-

Non tutti riescono e/o vogliono praticare il Vegetarianismo. Però quello che si può fare sono gli acquisti coscienti, quelli che si chiamano biologici o organici. Cercate sempre prodotti che rispettino il nostro mondo. Dove anche un animale venga in qualche modo ucciso con “dignità”. L’industria di massa ha reso più brutale le operazioni di macello. Una vita ed un acquisto cosciente posso cambiare anche il mondo. Ce lo dirà Luca nel suo prossimo articolo. Grazie Luca!!!

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: