Skip to content

E’ giunta l’ora che Bersani affronti se stesso.

settembre 13, 2010

Se il centrodestra sta distruggendo il Paese è stato grazie agli interventi non interventisti del PD da quando è stato fondato. Un grande partito con tantissima gente volenterosa, che purtroppo risiede solamente nella parte bassa del partito, è che è ben lungi dal sedere vicino all poltrone che decreteranno finalmente una volta per tutte il suicidio definitivo del PD.

Triste, triste dover vedere quale politica vera sti attuando il PD. Balle quando raccontano del Governo di Transizione, balle quando parlano di nuovo Ulivo e balle quando definiscono il PD l’alternativa a Berlusconi. L’ultimo riccatto di Bersani è palese. Mettere out Vendola, scendere a compromessi con una componente di alleati che bloccherebbero Vendola in tutto, in ogni azione politica che potrebbe prendere anche da Premier di una eventuale PD UDC SEL IDV. E’ il non voler decollare. E’ il voler volare con una zavorra (UDC) attaccata alla mongolfiera del centro sinistra. E tutto questo per quale motivo? Per mettere il più “votato” dai sondaggi OUT. Il vero “problema” è Vendola. Si parla di primarie di Coalizione, ma se il PD sta facendo in modo che SEL venga messo in diffcoltà nel volersi alleare con PD e UDC il motivo è chiaro. Vendola non farebbe parte della coalizione e quindi non potrebbe partecipare al voto delle primarie.

Forse è giunta l’ora che Bersani affronti se stesso nelle primarie, ovvero che accetti la possibilità di perdere il ruolo che ha, e di lasciare davvero gli elettori di sinistra di scegliere chi avere. Ma tale paura è tanto forte da preferire una alleanza con chi ha nelle proprio schiere uno come Cuffaro, uno cognato di Caltagirone, pur di non rischiare di perdere in un partito con Di Pietro e IDV.

E’ stato bello vedere vendola osannato a Torino, e vedere una Bindi, per forza di cose, dover Garantire le primarie di Coalizione. E infatti ecco che subito dopo una settimana la coalizione si sposta a destra. Tutto per paura delle primarie. Bersani forse è ora  che diventi un uomo con le palle e si metta a vincere nel territorio che gli compete: la sinistra, non con schieramenti di altre vedute. La legge elettorale può piacere o no, queste sono le carte con cui si gioca. Il nostro compito è quello di strappare il premio di maggioranza senza inciuci. Ma tramite i valori in cui crediamo, valori che di certo non si rispecchiano nell’UDC

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: