Skip to content

La resa dei conti

dicembre 13, 2010

Blocchi di polizia davanti a MontecitorioCi siamo, mancano ormai poche ore al verdetto della Camera dei Deputati sulla fiducia al Governo. Situazione incerta fino all’ultimo, quasi fosse il golden goal di una partita, dove purtroppo il vincitore lo si scopre solo nell’istante in cui si segna. Poche le mosse disponibili, l’unico vero e grande colpo di scena potrebbe essere Fini, che anziché non votare, come da prassi per il presidente della camera, questa volta voti e si dimetta. Ma anche se il Governo cadesse, poi cosa succederebbe in Italia? Tutte le altre controparti hanno avuto l’abilità di non aver creato un’alternativa valida al Berlusconismo. E vorrei tirare ora le accuse ai singoli partiti.

Partirei con UDC. Il caro Casini è un po’ la meretrice della politica Italiana. Ha scelto una filosofia impeccabile, buttarsi sempre dove si vince. Qui si devono sprecare davvero poche parole. In caso il governo B. cada sarebbe disposto ad una alleanza con FLI e insieme arriverebbero solo al 15%, se ci si aggiunge quel minimo valore che Rutelli, grazie a Dio, non ha saputo prendere.

FLI; Vuole una nuova destra Italiana, che non esiste. Lega non è un partito di destra, ma un obrobrio a se stante. Il PDL opportunismo allo stato brado la cui unica filosofia di vita è quella di dire che Berlusconi è bello bravo e buono. Vogliono come unico alleato la Lega, anche perchè il PDL senza Silvio non esisterebbe più.

La LEGA: continua come un cavallo con i paraocchi contro i “mali” del mondo: immigrati, gay, islam e sud. Avrebbe come unico alleato il PDL e forse “La destra” di storace.

Il PD, grazie alla politica del non fare oscilla a seconda degli umori della dirigenza tra un’alleanza col centro sinistra e una con FLI e UDC. Stenderei un serissimo velo pietoso. Una politica deludende, priva dei suddetti, priva di una identità che è troppo sospesa e paralizzata tra sinistra e cattolicesimo pesante.

IDV: non mi è mai piaciuto come partito, ma almeno è l’unico che da anni strilla incondizionatamente contro B. Vorrebbe alleanza con SEL e PD

SEL: Realtà interessante, a mio favore la migliore. Ma troppo sola per stravincere. Vendola ha portato per la prima volta un partito di Sinistra al 7%. Tanto di cappello, ma ci penserà il PD a mozzargli le ali. SEL vuole solo IDV e PD.

E tirando le somme ecco che alla fine tutti dipende sempre dal Partito Democratico. Che fa aumentare l’astensionismo a causa del suo oscillare. Quando oscilla a DX perde acqua a SX e viceversa. Chissà se continua cosi riuscirà a svuotarsi.

E allora ecco le prospettive:

Governo tecnico con FLI UDC e PD per arrivare a cosa? Cambio legge elettorale? Direi che fondamentale sarebbe il conflitto di interessi, altrimenti B. torna grazie ai consensi e all’incapacità dell’opposizione

Voto con trionfo PDL+LEGA grazie alla legge Porcellum

Elezioni, con un centro destra al 30% (PDL LEGA) un centro sinistra intorno al 27% (IDV SEL PD) e il centro al 16% (FLI UDC API MPI). Morte del bipolarismo Italiano.

Governo con premier Tremonti…a che cavolo servirebbe? Cosa cambierebbe avendo come premier Edward Mani di Forbice che taglia qualunque cosa gli capiti sotto gli occhi?

Ma dopo una analisi del genere, non avete voglia di emigrare? Per cosa dovremmo festeggiare domani in caso B. cada?

Annunci
No comments yet

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: